Domenica, 16 Settembre 2018 17:19

L'inossidabile Marzio Deho vince a Piazzatorre

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

marzio piazzatorre

Non poteva esserci vincitore più degno per una gara di vera Mountain Bike. A Piazzatorre, in alta Val Brembana, questa mattina ha dominato il ranichese Marzio Deho del team Olympia. Con super prestazione ha staccato fin dalla prima lunga salita gli avversari involandosi in solitaria sul traguardo del paese brembano. Organizzazione Top per questa che rimane una delle più dure e belle gare del circuito Orobie Cup. Complimenti super meritati per il duo Boschi\Giupponi capaci, assieme a tutti i volontari, di allestire una manifestazione davvero ecomiabile. Ora, Entratico. Tra sette giorni il gran finale del circuito nel paese della Val Cavallina.

Questa mattina sono giunta a Piazzatorre circa 150 biker pronti a sfidarsi su di un tracciato tosto, selettivo e assai tecnico. Temperatura frizzante ma assolutamente da maniche corte: giornata ideale per una gara di mountain bike. Favoritissimo di giornata Marzio Deho che a Piazzatorre aveva già lasciato il segno nelle precedenti edizioni. Per provare a "detronizzare" il ranichese sono giunti in Val Brembana i più forti Master del nostro circuito. Il leader Ivan Testa, più che mai in maglia rosa, Mattia Finazzi, Daniel Tassetti, Stefano Moretti, Cristian Boffelli, Andrea Giupponi, Del Pero Luca, Brevi Andrea ecc...

Partenza ore 10.15 e subito salita tostissima verso Cima Ghiaione. Ascesa durissima capace di sfoltire il gruppone dei biker e fare la prima vera selezione di giornata. Al GPM Deho si presentava già solo con circa 20 secondi di vantaggio sugli immediati inseguotri capitanati da Daniel Tassetti (KTM Protek Dama), Mattia Finazzi (MTB Lissone) e poi tutti gli altri. Lungo la prima tecnica discesa Daniel Tassetti è costretto a fermarsi per via di una foratura. Foratura che impedisce al forte biker di Sorisole di rientrare su Marzio Deho che, nonostante la spalla dolorante causa caduta alla Marathon Bike della Brianza, guadagna ulteriormente spazio sugli avversari.

Il secondo giro della gara vede più che mai in testa Deho che deve solo amministrare il vantaggio sugli avversari. La gara, soprattutto nel finale, è veramente tecnica, un piccolo errore può davvero fare un danno irriparabile. Dall'alto della sua "infinita" esperienza Marzio Deho percorre le ultime disce in assoluta tranquillità presentandosi sotto lo striscione del traguardo con circa 3 minuti di vantaggio sul secondo classificato. Secondo gradino del podio che lo agguanta ancora Daniel Tassetti che, riparata la foratura, inizia un forcing davvero imporante che gli permette di riprendere tutti gli avversari che lo avevano superato durante la riparazione della gomma guasta. A chiudere il podio assoluto il ragazzo di Cicola (che per chi non lo sà è un borgo di tre case a Carobbio degli Angeli) Mattia Finazzi che regola in volata il leader del circuito Ivan Testa. Chiude la top five Vaira Cristian del team Pavan. 

Tra le donne si impone Guerrera Martina (Team Increa Brugherio) sulla portacolori del team Oliveto Galliani Martina. Brave, bravissima queste due ragazze. Concludere oggi la gara di Piazzatorre non è assolutamente un gioco da ragazzi. Mi piacerebbe lanciare una sfida ad alcuni maschietti (magari calciatori di prima/seconda/terza categoria che si credono dei Cristiano Ronaldo): sono sicuro che queste due ragazze vi farebbero sicuramente la barba!!!

Letto 1052 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Settembre 2018 18:44

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.